Estero
Assalto alla sede diplomatica a Bengasi, in Libia, da parte di un gruppo di uomini armati. Ucciso l'ambasciatore americano in Libia.
Tg3 | 12-09-2012 | Orario: 14:21 | Durata: 02:53
The Apache Solr search engine is not available. Please contact your site administrator.

buongiorno dalla TG tre una ì condizionata fondo salva Stato europeo da parte della corte costituzionale tedesca la sentenza molto attesa stabilisce è che lo strumento frazionare su cui si appuntano grandi speranze per il superamento della crisi europea è legittima la decisione è stata ben accolta dai mercati ma di questo parleremo ù avanti é dobbiamo aprire nostro telegiornale con una notizia molto ù drammatica quella dell'assalto alla sede diplomatica a Bengasi Lidia da parte di un gruppo di uomini armati durante questa salto è stato ucciso è morto l'ambasciatore americano in Libia sono morti anche altri tre funzionari statunitensi l'attacco è partito ieri anniversario dell'undici settembre dopo le proteste di piazza contro una film è prodotto in America è considerato la faremo e poi ci sono state proteste anche contro l'ambasciata americana in Egitto quindi diciamo alta attenzione altissima tensione sentiamo il servizio di Lecce Moratti una folle inferocita che si raccoglie intorno al consolato diventa di minuto in minuto ù numerosa ma anche armi pesanti anche oggi è la battaglia mandati in piena notte negli ultimi istanti rimandata in mortale permanenti nell'ultima seduta nemico noi meno quattro americani ambasciatore pericoli questi eventi un funzionario due nella affissi a tutti e quattro fare dalle fiamme che sono state applicate altri in un consolato americano che evidentemente non ha saputo di fermarsi su tutte circola una foto sarebbe il cadavere di Stephen scortato via forse qui nonostante il suo corpo dice una fonte è stato qui trovate in strada la rabbia dei giudici è stata insediata da oggi in circolazione su internet ed il suo fallimento affari agli atti dovremmo sei americano le immagini giudicati offensiva contro un aumento esprime cordoglio il governo clinico per una dopo dato che imputa forse con troppa à i nostalgici di Gheddafi variegati la Cina e che ha sono anche e soprattutto terre dell'Islam ù radicale da qui partivano incentivi libici per l'Afghanistan venti anni fa e oggi molti per la guerra santa in Sicilia uomini armati non à seria potrebbero avere tentato l'attacco vengono ì spontanee si sapeva che l'ambasciatore Tripoli era in quell'edificio anche se poi dopo l'assalto sono arrivati i saccheggi IRAP con la gente non debba contro gli inquinanti proprio come gli attacchi che nel due mila sei preso di mira il nostro consolato alcune anzi per la protezione contro l'altro sulla corsia dell'allora ministro Calderoli alla grande è scritto stamattina sull'ingresso a merito del consolato americano visibile la garanzia di al Qaeda collega non l'assalto alla conferma dell'uccisione in Pakistan del numero due dell'organizzazione terroristica limiti nel nome la sua origine notizie arrivate ieri dell'undici settembre dell'anno
Le trascrizioni sono automatiche pertanto sono soggette ad errori. Leggi qui la limitazione di responsabilita' riguardante le trascrizioni e i sottotitoli
Centro d'Ascolto dell'Informazione Radiotelevisiva Torre Argentina Società di Servizi S.p.A. - P.Iva 01956561003 info@centrodiascolto.it