Estero
Libia, attacco contro la sede diplomatica degli Stati Uniti a causa di un film americano considerato blasfemo. Ucciso l'ambasciatore e tre dipendenti
Tg2 | 12-09-2012 | Orario: 12:58 | Durata: 03:05

buongiorno dal TG due ha attaccato americano di Bengasi in Libia in moto l'ambasciatore due marines che un funzionario l'assalto contro la sede diplomatica per protesta contro un film è considerato bla stremo per l'Islam il corrispondente manchi il denaro l'Egitto la scintilla ma che nella seconda à dell'idea che si scatena la Puglia questa partiti fondamentalisti e dei miliziani di Ansar Sharia a centinaia durante la notte ma al solito incendiata consolato negli Stati Uniti morti per asfissia l'ambasciatore americano Christopher Stevens che un altro funzionario erano ieri entrambi vista Bengasi e uccisi due marines che tentavano di proteggere la sede diplomatica è stato un po' come fare per le forze di sicurezza di travolto dalla massa dei dimostranti che dicevano di volerci di indicare per un primo dal titolo l'innocenza dei musulmani prodotto l'anno scorso da un ebreo americano e promosso da alcuni cristiani fondamentalisti egiziani il trailer del film circolava per giorni su internet ed era stato subito bollato come osceno passeremo dal Dipartimento di Stato e dalla stessa chiesa Coppa d' Egitto condanna che evidentemente non è servita visto che il proprietario oggi pomeriggio migliaia di soldati che si erano radunati di fronte all'ambasciata americana qualcuno di loro é riuscito stavolta del muro di cinta bruciare la bandiera a stelle e strisce e a sostituirla con un vestito nero islamico chi ha interrotto istituzionale rapidamente ristabilito l'ordine e allontanato i manifestanti ma dopo i fatti di Bengasi ora e allarme rosso in tutte le rappresentanze diplomatiche americane nei paesi arabi e islamici a generare le violente proteste avete sentito un film è provocatorio sulla figura di Maometto sentiamo Angelo sicuri difficile definirlo firma quello realizzato da sembra Basile un ex immobiliarista californiano cure improvvisato si registra ispezioni diffuso su YouTube raccontato in maniera meno che artigianale di un profeta dell'Islam reddito a queste alla predicazione della violenza contro infedeli ù facile definire una consapevole provocatore caricatura della vita di un atto che tanto è bastato far scattare le proteste scusate poi nelle violenze a carico come la tragedia di beni difficile trovare un equilibrio la à di espressione rispetto delle religioni soprattutto quando si sa à che il terreno minato come nel caso del gigantesco universo della regione lo sa bene il Segretario di Stato americano Hillary Clinton gli Stati Uniti ha detto del Corano ogni tentativo di denigrare la fede religiosa il il nostro impegno per la tolleranza religiosa risale agli albori della nostra nazione nulla ò ecco giustificare quanto accaduto a Bengasi ì accanto al dolore per gli americani uccisi resta davanti a tutti il rischio che possa incendiati di nuovo quel cerchio che dalla à di di e passa all'insulto si chiudono riesce Rieti olandesi sono invece ancora mi strappati per provocazione le terribile inaccettabili sanguinari risposte che pensavamo almeno temporaneamente archiviate con la primavera araba sono di nuovo fuoco da spendere e offre adesso la linea le nostre rubriche e buon proseguimento di giornata rivederci che
Le trascrizioni sono automatiche pertanto sono soggette ad errori. Leggi qui la limitazione di responsabilita' riguardante le trascrizioni e i sottotitoli
Centro d'Ascolto dell'Informazione Radiotelevisiva Torre Argentina Società di Servizi S.p.A. - P.Iva 01956561003 info@centrodiascolto.it