Politica
Prima riunione dei 35 esperi scelti dal governo per avviare le riforme costituzionali. Letta: il parlamento rimane centrale.
Tg1 | 12-06-2013 | Orario: 19:55 | Durata: 01:41
The Apache Solr search engine is not available. Please contact your site administrator.

Interventi e citazioni nella notizia

e prima riunione dei trentacinque esperti scelti dal Governo per avviare le riforme costituzionali fare presto la à per il ministro Quagliarello Maria Sole una grande à che non va sprecata Enrico Letta per i lavori del gruppo di esperti sulle riforme ribadisce la à del parlamento cui la Commissione si affianca per delineare le istituzioni del futuro in linea con gli impegni presi con l'Europa è la speranza di uscire dal tunnel tre quarti di come siamo entrati l'auspicio del Ministro per le riforme Quagliariello che ricorda la road map dei lavori entro il quindici ottobre la relazione finale al Parlamento non un testo di legge due esigenze della prima cambiare la Costituzione non è come cambiare il regolamento di un condominio ma rispondere ai grandi problemi della gente del terzo mille la seconda se ne parla da troppo tempo bisogna dare cittadini tempi certi credo che la Commissione ha pensato bene prescritti dal presidente entrambi questi imperativo nella maggioranza è l'intesa urgenza delle riforme quanto alle à Papini PdL restano le distanze nove sempre la legge elettorale sarebbe un grave errore dividersi è aprire un conflitto sulla legge elettorale transitoria conflitto che potrebbe anche pensare sul percorso di riforma i saggi hanno soltanto un valore consultivo per il governo le riforme si fanno in Parlamento nessuno pensi di soggezione costituenti domani Senato si à sulla richiesta del Ministro Franceschini di procedere indulgenza quali DDL costituzionale del governo per l'istituzione del Comitato dei quaranta se manca la ritratto anche qualcosa e tecnologico e ve lo dice quindi voglio positivo é la salita va al di à della mamma dalla legge lavarsi i denti sono diventato poi anche un po' pesante e che soprattutto quando non se ne ò ù basta disattivato altro paio di maniche disattivato il difficile ò ha una certa ora si spegne quali Cappellini i figli diventano bianchi non fa differenza un buon consiglio ci sta sempre bene si lamentano mai bene un po' meno é se no applicata è argentino è un fuoriclasse della Pallone come Maradona le omessi rischia ò di emulare l'ex Pinerolo anche per quanto riguarda le disavventure fiscali sentiamo Mario parte eletti messi questo contratto è stato messo in fuori gioco non da un avversario qualsiasi ma addirittura dal fisco spagnolo sul fuoriclasse argentino del Barcellona ha infatti aperto un procedimento la Procura della stessa à una presunta frode fiscale che supererebbe i quattro milioni di euro i fatti mi servirebbero ai venti relativi agli anni due mila sette due mila otto due mila nove messi chi ha vinto quattro palloni d' oro consecutivi dal due mila nove due mila dodici con un sistema ideato dal padre corpi Orazio anche lui indagato avrebbe fatto transitare guadagni sui redditi di immagine attraverso paesi non tutte le sedi in paradisi fiscali guadagni quindi mai passati rimasti finora trasparenti al fisco spagnolo abituato inventare di posizioni in campo messe avrebbe provato a deliberare Ferrari spagnolo ma questa volta la sua azione potrebbe concludersi con un po' inciampa
Le trascrizioni sono automatiche pertanto sono soggette ad errori. Leggi qui la limitazione di responsabilita' riguardante le trascrizioni e i sottotitoli
Centro d'Ascolto dell'Informazione Radiotelevisiva Torre Argentina Società di Servizi S.p.A. - P.Iva 01956561003 info@centrodiascolto.it