Giustizia
Undici condanne e pene ridotte a Milano al processo d'appello alle nuove Br. Esclusa la finalità di terrorismo mentre in aula sono arrivate minacce al giuslavorista Ichino
Tg1 | 28-05-2012 | Orario: 19:56 | Durata: 01:38

Interventi e citazioni nella notizia

Crea un avviso email
undici condanne una soluzione a Milano al processo d' appello alle nuove Brigate Rosse pene ridotte esclusa la à terroristica ora e slogan in Aula e minacce alla giuslavorista Pietro Ichino ricordo di per le nuove Brigate Rosse questa è la seconda sentenza d' appello dopo l'annullamento in Cassazione la corte d' assise di Milano Torno a giudicare dodici imputati conferma le accuse di associazione sovversiva di banda armata ma non la à di terrorismo a annullato sul punto della sussistenza dell'aggravante della à di terrorismo ne ha configurato il fatto come semplice associazione sovversiva quindi non con à di terrore un con à di terrorismo per Porto lato sigillati indicati i comitati di gruppi di Padova Torino Milano le condanne scendono da quattordici a undici anni di reclusione uno degli imputati viene assolto la sentenza accolta dal pubblico degli imputati con slogan in favore della lotta armata aveva tutto risarcimento come parte civile giuslavorista Pietro Ichino indicato come uno dei bersagli del gruppo in Aula lo stesso Ichino si era offerto di rinunciare alla sua costituzione in cambio del riconoscimento da parte degli imputati del suo diritto all'à personale questo signore che è stato risposto rappresenta il capitalismo qui è una guerra di classe ancora oggi abbiamo sentito in aula teorizza hanno il loro diritto dovere di uccidere di aggredire di intimidire in questo credo è che sia il problema in questo processo
Le trascrizioni sono automatiche pertanto sono soggette ad errori. Leggi qui la limitazione di responsabilita' riguardante le trascrizioni e i sottotitoli
Centro d'Ascolto dell'Informazione Radiotelevisiva Torre Argentina Società di Servizi S.p.A. - P.Iva 01956561003 info@centrodiascolto.it